Mezza Italia rischia un nuovo LOCKDOWN

Mezza Italia rischia un nuovo LOCKDOWN

Pubblicato il: 2021-02-19

La situazione contagi è nuovamente in peggioramento, almeno su buona parte dell'Italia. Proprio per questo, nelle prossime ore, dopo la decisione del ministro della Salute, Roberto Speranza, il nostro Paese potrebbe diventare almeno per metà arancione. La causa, come ormai è noto, è la diffusione delle varianti, che circolano ormai troppo velocemente, da Nord a Sud. Insomma, da domenica 21 febbraio, quasi metà del Paese rischia di finire in fascia arancione, con l'Abruzzo che sembra destinato addirittura a quella rossa. L'attesa sta per finire, questione di ore.
Quali sono dunque le regioni a rischio zona arancione? Secondo il Corriere della Sera, sono Lombardia (dove già quattro comuni sono in lockdown), Emilia-Romagna, Lazio, Piemonte, Friuli Venezia Giulia e Marche. La situazione più delicata è quella dell'Abruzzo, dove ci sono già due province in zona rossa, quelle di Pescara e Chieti. A preoccupare non sono solo i dati sui nuovi ricoverati, in aumento, ma anche la diffusione delle varianti che, stando alle parole degli scienziati, andrebbero immediatamente isolate. Ma se quadro è quasi ovunque è in peggioramento, una sola regione potrebbe addirittura diventare zona bianca, la Valle d'Aosta.
Ricordiamo che le persone attualmente positive, dalle Alpi alla Sicilia, sono 388.864, mentre il totale delle vittime è salito a 94.540. Le persone guarite o dimesse sono in totale 2.268.253. I pazienti ricoverati in terapia intensiva per Covid in Italia sono 2.043, con 113 ingressi nelle ultime 24 ore. Insomma, questione di ore e avremo la mappa della nuova Italia.

Mezza Italia rischia un nuovo LOCKDOWN

Mezza Italia rischia un nuovo LOCKDOWN

Pubblicato il: 2021-02-19

La situazione contagi è nuovamente in peggioramento, almeno su buona parte dell'Italia. Proprio per questo, nelle prossime ore, dopo la decisione del ministro della Salute, Roberto Speranza, il nostro Paese potrebbe diventare almeno per metà arancione. La causa, come ormai è noto, è la diffusione delle varianti, che circolano ormai troppo velocemente, da Nord a Sud. Insomma, da domenica 21 febbraio, quasi metà del Paese rischia di finire in fascia arancione, con l'Abruzzo che sembra destinato addirittura a quella rossa. L'attesa sta per finire, questione di ore.
Quali sono dunque le regioni a rischio zona arancione? Secondo il Corriere della Sera, sono Lombardia (dove già quattro comuni sono in lockdown), Emilia-Romagna, Lazio, Piemonte, Friuli Venezia Giulia e Marche. La situazione più delicata è quella dell'Abruzzo, dove ci sono già due province in zona rossa, quelle di Pescara e Chieti. A preoccupare non sono solo i dati sui nuovi ricoverati, in aumento, ma anche la diffusione delle varianti che, stando alle parole degli scienziati, andrebbero immediatamente isolate. Ma se quadro è quasi ovunque è in peggioramento, una sola regione potrebbe addirittura diventare zona bianca, la Valle d'Aosta.
Ricordiamo che le persone attualmente positive, dalle Alpi alla Sicilia, sono 388.864, mentre il totale delle vittime è salito a 94.540. Le persone guarite o dimesse sono in totale 2.268.253. I pazienti ricoverati in terapia intensiva per Covid in Italia sono 2.043, con 113 ingressi nelle ultime 24 ore. Insomma, questione di ore e avremo la mappa della nuova Italia.